Connect with us

Politica

La Commissione Parlamentare delle Periferie torna a Roma: visita al quadrante Prenestino

Pubblicato

su

La Commissione Parlamentare delle Periferie torna a Roma: l’Onorevole Alessandro Battilocchio in visita al quadrante Prenestino

La Commissione Parlamentare delle Periferie in visita a Villaggio Falcone, a Roma (credits @Emanuele Licopodio) – ilcorrieredellacitta.com

E’ tornata a Roma la Commissione Parlamentare per le Periferie, questa volta per visitare il quadrante Prenestino e Villaggio Falcone. Il tavolo di lavoro della Camera dei Deputati, coordinato dall’Onorevole Alessandro Battilocchio, ha visionato la realtà difficile nel quartiere situato nella zona est della Capitale e dove poche settimane fa un’anziana donna è rimasta vittima di una sparatoria in strada. Un incontro cui hanno preso parte le istituzioni del VI Municipio e le associazioni locali. 

La visita della Commissione Parlamentare delle Periferie a Roma Est: il sopralluogo

Dopo le visite presso la Nuova Ostia e il campo rom dell’Albuccione, la Commissione ha voluto vedere lo stato in cui versa una delle piazze di spaccio più attive della Capitale. Qui un’anziana donna è morta alla fine di maggio, probabilmente per una regolazione di conti tra gruppi sinti proprio per la gestione delle piazze di spaccio. Una situazione d’illegalità profusa, che recentemente hanno segnalato anche i numerosi Comitati di Quartieri presenti nell’area delle Torri capitoline. 

L’Onorevole Alessandro Battilocchio a Villaggio Falcone

Per la visita a Villaggio Falcone, l’Onorevole Alessandro Battilocchio è stato accompagnato dal Presidente del VI Municipio, Nicola Franco, oltre che il consigliere Emanuele Licopodio e il consigliere comunale Maurizio Politi (entrambi della Lega). Da mesi ormai le associazioni locali lamentano una mancanza di sicurezza tra le zone di questo quartiere, Prato Fiorito, Colle degli Abeti, Valle Fiorita e Rocca Cencia. Una situazione arrivata al limite della sopportazione, considerato come gli illeciti non si esauriscono più alle vicende di droga. 

Nelle settimane scorse, il Comitato di Quartiere di Colle degli Abeti aveva segnalato ai giornali un altro fenomeno inquietante nella zona: le automobili smontate nei parcheggi pubblici sotto i palazzi e i furti all’interno delle stesse automobili. Razzie di pneumatici e pezzi d’auto che non si consumavano più solamente la notte, ma anche in pieno giorno e durante le ore del primo pomeriggio. Una situazione dove, nei giorni scorsi, un gruppo di ladri è stato anche immortalato con le foto mentre smontava una macchina in sosta. 

Il commento: le parole del consigliere Emanuele Licopodio

A commentare la visita della Commissione Parlamentare per le Periferie, è il consigliere Emanuele Licopodio: “Era necessaria questa iniziativa, con le associazioni locali che ormai sono circondate da fenomeni di criminalità che prendono vita sotto le loro case. Spiace vedere come a questa vita, peraltro molto importante, nessun rappresentante dell’Amministrazione comunale abbia sentito la necessità di venire”. 

Continua a leggere La Commissione Parlamentare delle Periferie torna a Roma: visita al quadrante Prenestino su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Ilaria Salis rimessa in libertà: tolto il braccialetto elettronico

Pubblicato

su

By

L’eurodeputata di Alleanza Verdi e Sinistra festeggerà al suo rientro il 40° compleanno.

Ilaria Salis, arriva la notizia che fan ben sperare – (ilcorrieredellacitta.com)

 

Il risultato alle elezioni europee, come capolista per Alleanza Verdi e Sinistra, è stata solo l’anticipazione di una vittoria che Ilaria Salis può festeggiare solo oggi, venerdì 14 giugno. L’eurodeputata è libera, potrà tornare in Italia entro il 17 giugno, giorno del suo 40° compleanno. La polizia ungherese ha lasciato la sua abitazione a Budapest e alla Salis è stato tolto il braccialetto elettronico. Si chiudono così i 15 mesi di detenzione in Ungheria, grazie anche alla sua elezione dello scorso 8 e 9 giugno.

Liberata Ilaria Salis: il 17 giugno il rientro in Italia

Ilaria Salis ora può tornare in Italia e, presumibilmente, rientrerà entro lunedì 17 giugno giorno del suo 40esimo compleanno. La sua famiglia aveva già comprato i biglietti per raggiungerla per festeggiare lunedì il suo 40° compleanno a Budapest, ma ora Salis potrà festeggiarlo in Italia.

La polizia ungherese ha lasciato intorno all’ora di pranzo di oggi, venerdì 14 giugno, il suo domicilio a Budapest dopo averle tolto il braccialetto elettronico. La richiesta di scarcerazione era stata depositata dal suo avvocato ungherese Gyorgy Magyar subito dopo la sua elezione come eurodeputata con Avs. Una richiesta che è stata accolta questa mattina, quando Ilaria Salis è stata scarcerata dalla detenzione domiciliare.

Perché Ilaria Salis era stata arrestata?

L’eurodeputata di Avs è stata arrestata l’11 febbraio del 2023 con l’accusa di far parte di un’associazione criminale e di aver partecipato a due aggressioni nei confronti di tre militanti di estrema destra a Budapest. È rimasta in carcere per oltre 15 mesi fino a quando è stata accolta la richiesta avanzata dai suoi legali di poter scontare la misura cautelare ai domiciliari.

Dopo l‘elezione a Bruxelles con Avs, grazie a oltre 175mila preferenze, Salis era in attesa della proclamazione e quindi dei documenti che certificassero il suo status di parlamentare europea.

Continua a leggere Ilaria Salis rimessa in libertà: tolto il braccialetto elettronico su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Tendenza

Via Fanfulla da Lodi, 17, 00176 Roma (RM) Italy ➤ Copyright © 2017-2024 romanotizia.it