Connect with us

Cronaca

Cassazione, non serve più l’alcoltest per provare ubriachezza

Pubblicato

su

Basteranno elementi “obiettivi e sintomatici” a provare la lucidità di un conducente.

In Questura stamattina il tavolo tecnico per la sicurezza – Ilcorrieredellacitta.com

 

Addio alcoltest per chi trasgredisce il tasso alcolemico e il codice della strada. Durante i controlli gli agenti potranno affidarsi anche solo al “fiuto” o a segni evidenti di ubriachezza per determinare se un conducente sia in grado di mettersi alla guida o no. A stabilirlo è la Cassazione attraverso una sentenza, come riportato oggi da Il Messaggero.

Addio alcoltest: come cambieranno i controlli

Basteranno elementi “obiettivi e sintomatici” per permettere alle forze dell’ordine se una persona può mettersi alla guida. Niente più alcoltest, perché basterà anche solo l’odore dell’alcol a provare lo stato di lucidità di un conducente. A questi si aggiungono domande che stabiliranno riflessi e capacità di intendere e di volere. È quanto riporta la Cassazione in una sentenza, mettendo in discussione la soglia consentita e verificata via alcoltest dell’1.5.

Secondo la Cassazione, “l’esame strumentale non costituisce una prova legale”, in quanto secondo la Corte  basterebbero elementi sintomatici per tutte le ipotesi di reato previste dall’articolo 186 del Codice della strada (ossia la guida in stato ebbrezza). Inoltre, nel rispondere con una sentenza al ricorso di un automobilista di Brescia, “qualora vengano oltrepassate le soglie superiori la decisione deve essere sorretta da congrua motivazione”, tra queste per i giudici figurano più le testimonianze delle autorità e non l’acoltest.

“Ne consegue pertanto che, in assenza di un espletamento di un valido esame alcolimetrico – si legge nella sentenza -, “il giudice di merito può trarre il proprio convincimento in ordine alla sussistenza dello stato di ebbrezza di adeguati elementi obiettivi e sintomatici, che nel caso in esame i giudici di merito hanno congruamente individuato in aspetti quali lo stato comatoso e di alterazione manifestato dall’imputato alla vista degli operanti, certamente riconducibile ad un uso assai elevato di bevande alcoliche, certamente superiore alla soglia di 1.50″.

Chi rifiuta di sottoporsi all’alcol test non avrà il ritiro della patente: la sentenza del Tribunale Civile

Continua a leggere Cassazione, non serve più l’alcoltest per provare ubriachezza su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Anzio, sequestrata “la droga dei falò”: due arresti

Pubblicato

su

By

Anzio, i carabinieri sequestrano la droga dei “falò”. Due le persone finite in manette per spaccio: sequestrati 6,5 kg di hashish destinata al mercato del litorale sud, in particolare per le spiagge. 
 
La droga sequestrata dai Carabinieri – (ilcorrieredellacitta.com)

Con la stagione estiva ormai entrata nel vivo l’attenzione delle forze dell’ordine sul fenomeno dello spaccio, specie sul litorale e sulle spiagge, resta alta. In tal senso ad Anzio (Roma) nelle ultime ore i Carabinieri della vicina Stazione di Marina Tor San Lorenzo hanno arrestato due uomini, un 33enne e un 25enne, cittadini marocchini. Durante un servizio di controllo infatti, una pattuglia ha controllato una Fiat Panda, con a bordo i due. Insospettiti dall’atteggiamento e dai loro precedenti, i Carabinieri hanno perquisito l’auto, trovando all’interno sei chili e mezzo di hashish, suddivisi in panetti da 100 grammi. I due sono stati tradotti direttamente presso la casa circondariale di Velletri. La droga, destinata a rifornire questa zona a sud di Roma, è stata sequestrata.

Continua a leggere Anzio, sequestrata “la droga dei falò”: due arresti su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Cronaca

Rimosse le giostre abusive a Torre Angela, parte la riqualificazione la Parco di Celio Caldo

Pubblicato

su

By

Parte la riqualificazione del Parco di Via Celio Caldo a Torre Angela, l’annuncio arriva sui social dal consigliere Emanuele Licopodio

Parte la riqualificazione del Parco di Via Celio Caldo a Torre Angela – (What’s Up! Media) – ilcorrieredellacitta.com

Una storia di burocrazia, quella che vede protagonista un piccolo parchetto di quartiere nella zona di Torre Angela. Nei giorni scorsi, dopo più di un ventennio d’attesa, sono state rimosse le giostrine abusive all’interno del Parco di Via Celio Caldo, oggi intitolato alle vittime delle Foibe. Una soluzione fortemente voluta dal VI Municipio di Roma Capitale, che ha accolto le richieste dei residenti per un parco a disposizione della cittadinanza e dove svolgere attività sociale. 

L’azione di riqualificazione nel parco di Torre Angela

I residenti di Torre Angela hanno dovuto aspettare 25 anni e il susseguirsi di varie amministrazioni, per veder smantellato quel sistema illecito all’interno del Parco di Celio Caldo. L’annuncio delle operazioni di pulizia e riqualificazione del verde è arrivato dal consigliere Emanuele Licopodio, eletto nella maggioranza municipale all’interno della Lega. Come spiega Licopodio, l’operazione per riqualificare questo spazio era partita addirittura all’inizio dell’esperienza amministrativa legata alla presidenza di Nicola Franco. Un obiettivo difficile da raggiungere per la burocrazia italiana, ma che oggi vede finalmente il primo passo tangibile verso la riqualificazione di quest’area verde. 

L’azione per pulire l’area verde del VI Municipio di Roma

Un’operazione che si può annoverare tra i grandi risultati di quest’esperienza amministrativa nel VI Municipio di Roma, anche se il tempo per ottenere un simile obiettivo è stato lungo. L’Amministrazione punta a una piena ristrutturazione di questo spazio, a cominciare dal nome: già oggi è possibile chiamarlo “Parco dei Martiri delle Foibe“, con una dedica alla figura di Giuseppina Ghersi, che perse la vita in quella drammatica vicenda storica. 

Le nuove strutture che sorgeranno nel campo di Torre Angela

Saranno molteplici le strutture che sorgeranno nel parco e messe a disposizione del quartiere di Torre Angela. Ci sarà un’area fitness per fare attività fisica, un campetto polivalente e un’area ludica per ragazzi, che sarà proprio dedicata alla memoria di Giuseppina Ghersi

Continua a leggere Rimosse le giostre abusive a Torre Angela, parte la riqualificazione la Parco di Celio Caldo su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Cronaca

Roma, lite accesa in strada all’Esquilino: aggrediti gli agenti della Polizia Locale

Pubblicato

su

By

Roma, Esquilino: fermato per un controllo nel corso di un acceso diverbio in strada con altre persone inveisce e cerca di colpire gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale: 31enne arrestato, ecco cosa è successo. 
 
Un’altra aggressione ai danni della Polizia Locale di Roma Capitale – (ilcorrieredellacitta.com)
 
La lite, poi il rifiuto di fornire le proprie generalità agli agenti. Fino al tentativo di aggressione, peraltro soltanto l’ultimo di una lunga serie in questi ultimi tempi. È stato arrestato dagli agenti dell’unità Spe (Sicurezza Pubblica Emergenziale) della Polizia Locale di Roma Capitale l’uomo, di nazionalità tunisina di 31 anni, che ieri pomeriggio ha inveito contro gli operanti durante un controllo scattato a seguito di una lite scoppiata in strada.

Cosa è successo ieri pomeriggio all’Esquilino

In particolare la pattuglia stava svolgendo il consueto servizio di vigilanza nella zona dell’Esquilino, quando, intorno alle 17.00, ha notato una discussione in atto tra alcune persone in via Principe Amedeo. Gli agenti a quel punto si sono avvicinati per verificare cosa stesse accadendo e affinché la situazione non degenerasse, quando uno dei presenti ha iniziato a dare in escandescenze, rifiutandosi di fornire i documenti e opponendo resistenza. Riportata la calma, l’uomo è stato condotto presso gli uffici per le procedure di identificazione, ma ha iniziato improvvisamente a manifestare comportamenti aggressivi nei confronti degli operanti, cercando di colpirli. Il 31enne è stato quindi arrestato per resistenza e lesioni. In queste ore il processo con rito direttissimo, nel corso del quale dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria per i reati commessi.

Continua a leggere Roma, lite accesa in strada all’Esquilino: aggrediti gli agenti della Polizia Locale su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Tendenza

Via Fanfulla da Lodi, 17, 00176 Roma (RM) Italy ➤ Copyright © 2017-2024 romanotizia.it