Connect with us

Lazio

Si schianta con la moto contro un muro: perde la vita il 38enne Emilio Locatelli

Pubblicato

su

 

 

Tragedia nella notte a Rocca d’Evandro, un uomo ha perso il controllo della sua moto ed è finito contro un muro di cinta. A perdere la vita è il 38enne di Sant’Ambrogio sul Garigliano, Emilio Locatelli. Purtroppo l’uomo stava percorrendo una strada secondaria del Comune, via Casamarina, situata a confine tra il Lazio e la Campania, quando è stato vittima dell’incidente.

Carabinieri e ambulanza – foto repertorio – (ilcorrieredellacitta.com)

La scoperta del corpo del 38enne solo stamattina

Nessuno si è reso conto di quanto era successo fino a stamattina, sabato 1 giugno, quando è stato trovato da alcuni operai che si sono trovati a passare proprio per quella strada, via Querceto. Purtroppo il rinvenimento dell’uomo è avvenuto quando per il 38enne non c’era già più nulla da fare.

Sul posto sono accorsi i Carabinieri che hanno svolto i rilievi  utili a stabilire cosa sia avvenuto nella notte appena trascorsa, mentre il corpo del motociclista è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Cassino, il Santa Scolastica.

La morte del 38enne ha sconvolto la comunità

La notizia ha sconvolto la comunità, visto che l’uomo aveva trascorso le ore che hanno proceduto la tragedia in piazza a Sant’Ambrogio, insieme a conoscenti e amici, e in seguito era stato in un pub di Rocca d’Evandro, per dirigersi, infine, da solo in moto verso casa, dove viveva con la mamma.

I messaggi sui social di conoscenti e amici

Tanti i messaggi sui social di conoscenti e amici. ‘Amico mio stupendo, ma che cavolo è successo. Mi hai lasciato senza parole! Sarai sempre il mio orsacchiotto preferito, ti voglio bene!! Fai buon viaggio’ e anche: ‘Buon viaggio amico mio’

Continua a leggere Si schianta con la moto contro un muro: perde la vita il 38enne Emilio Locatelli su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lazio

Corre in ospedale per forti dolori addominali: trans sottoposto a test di gravidanza

Pubblicato

su

By

Trans viene sottoposto al test di gravidanza. Il 35enne brasiliano si era rivolto a una struttura sanitaria di Frosinone per forti dolori addominali. Preoccupato, ma soprattutto sofferente aveva raggiunto il pronto soccorso dell’ospedale, come riporta Frosinone Today, per chiedere aiuto ai sanitari.

Trans va in ospedale per forti dolori addominali e viene sottoposto a test di gravidanza – Ilcorrieredellacittà.com

Il paziente viene sottoposto a Tac e poi a test di gravidanza

Forse la tensione del momento, magari il nervosismo per i forti dolori accusati dal 35enne, i sanitari non devono essersi resi conto che il paziente aveva organi genitali maschili, perché dopo averlo sottoposto a tac addominale, il cui esito è stato ritenuto non preoccupante dal medico di turno, è stato anche sottoposto a test di gravidanza, ritenendo che fosse un accertamento necessario.

Dimesso il 35enne è stato poi operato d’urgenza per una peritonite

Mortificato per un’indagine del tutto inutile e con una diagnosi per un dolore addominale aspecifico il paziente veniva dimesso. A seguire, però, sembrerebbe che il 35enne abbia accertato di avere l’appendicite infiammata al punto da essere operato d’urgenza a Bari per una peritonite.

Medici di un ospedale – (ilcorrieredellacitta.com)

La denuncia e l’archiviazione del caso

Il protagonista della disavventura ha deciso di sporgere denuncia per quanto capitato nel nosocomio, ma la Procura della Repubblica di Frosinone non ha ritenuto ci fossero gli estremi per procedere e ha chiesto l’archiviazione.

Continua a leggere Corre in ospedale per forti dolori addominali: trans sottoposto a test di gravidanza su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Lazio

Aggressione in carcere, detenuto colpisce agente in testa: l’allarme dei Sindacati

Pubblicato

su

By

Continua la tensione all’interno delle carceri del Lazio. Ancora stamattina un agente di Polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto nella casa circondariale di Frosinone. A darne notizia è il segretario provinciale UDPP, Angelo Vittiglio che dichiara: “Stamani un detenuto ha aggredito un agente, procurando lo svenimento dello stesso per il colpo alla testa, soccorso da altri colleghi è stato necessario ricorrere alle cure del caso”.

Agente di Polizia penitenziaria aggredito in carcere da un detenuto (credits Polizia Penitenziaria) – foto repertorio – Ilcorrieredellacitta.com

Il sindacato sottolinea come il detenuto non è nuovo a questo genere di aggressioni: “Era successo già alcuni giorni fa. Probabilmente ha problemi psichiatrici”.

Il segretario di UDPP: “Aggressioni all’ordine del giorno”

Il segretario provinciale di UDPP evidenzia: “Purtroppo, nel carcere di Frosinone le aggressioni sono all’ordine del giorno. Auguriamo al collega una pronta guarigione. Proprio per questi motivi abbiamo indetto lo stato di agitazione e da domani iniziamo atti di protesta contro tutto questo”.

I sindacati: “Agli agenti non vengono dati strumenti per difendersi”

Sulla questione interviene anche il segretario regionale USPP Daniele Nicastrini: “Le nostre carceri laziali sono in balia di aggressioni continue. Gli agenti non hanno strumenti che possano tutelarli da queste violenze e il silenzio dell’amministrazione penitenziaria fa comprendere che nemmeno si sentono supportati nel poter ricevere avere tutele.”.

La direzione del carcere ha evidenziato una carenza di organico tra gli agenti 

Solamente qualche giorno fa USPP Lazio ha ottenuto una risposta dalla Direzione del Carcere che ha confermato una carenza di circa 100 unità e un sovraffollamento di oltre 100 detenuti, rispetto alla capacità della struttura penitenziaria.

Continua a leggere Aggressione in carcere, detenuto colpisce agente in testa: l’allarme dei Sindacati su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Lazio

Tragedia sull’A1, si ribalta con l’auto e finisce in un canale di scolo: morto un 68enne

Pubblicato

su

By

Nella tarda mattinata di oggi, lunedì 17 giugno, un 68enne di Frosinone si trovava alla guida della sua Honda Jazz sull’A1, al chilometro 68, tra Piacenza sud e Fiorenzuolo, quando ha perso il controllo  e s’è ribaltato in un canale al lato della carreggiata. L’uomo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo.

Incidente mortale sull’A1 – foto repertorio – Ilcorrieredellacitta.com

Sul posto Polizia stradale, 118 e auto medica

Immediata la corsa dei soccorsi. Sul posto in una manciata di minuti sono arrivati gli uomini della Polizia stradale, gli operatori sanitari del 118 e anche un’auto medica nel disperato tentativo di salvare la vita del 68enne. Nonostante l’impegno profuso, però, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Dai primi rilievi sembra sia morto sul colpo.

Code e rallentamenti 

L’autostrada ha registrato code e rallentamenti a causa delle attività degli operatori di soccorso per rimuovere la salma e il mezzo incidentato e cercare di riscostruire la dinamica dell’incidente. Al momento non è possibile escludere che il 68enne abbia avuto un malore proprio mentre si trovava alla guida della propria auto. Ma si tratta d ipotesi che dovranno essere avvalorate dalle indagini.

Continua a leggere Tragedia sull’A1, si ribalta con l’auto e finisce in un canale di scolo: morto un 68enne su Il Corriere della Città.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Continue Reading

Tendenza

Via Fanfulla da Lodi, 17, 00176 Roma (RM) Italy ➤ Copyright © 2017-2024 romanotizia.it